Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Uso del nome

A volte si trascura di insegnare al cane il proprio nome. Si dà per scontato che il suo apprendimento sia automatico.

E’  sempre meglio, invece, fare esercizi specifici perché lo apprenda, assicurandoci  poiche  lo abbia effettivamente interiorizzato come suo.

Il processo di acquisizione del nome deve iniziare molto presto. Attraverso il suo uso il cane impara a distinguere bene quando ci si rivolge a lui da quando la nostra voce è invece indirizzata ad altro o ad un altro soggetto.

Il nome in sé, però, non deve essere mai  utilizzato come se fosse un comando a sé stante,  come si fa ad esempio quando lo si pronuncia affinché il cane lo interpreti come un ordine di rientro.

Avendo il nome esclusivamente il compito di orientare verso di noi l’attenzione del soggetto che stiamo trattando, deve essere sempre seguito da un ordine verbale o gestuale preciso, deciso e chiaro, che gli dia disposizioni su come agire, senza mai lasciare nulla in sospeso.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO