Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Addestramento al lavoro con la lunga

Perché il lavoro con la lunga sia ben eseguito e dia risultati apprezzabili, il cane deve saper compiere, anche in un sottobosco relativamente fitto,  tutte le manovre necessarie per districarsi autonomamente, senza costringere il conduttore a sbrogliare situazioni che potrebbero risultare molto imbarazzanti.

Addestrare il cane a lavorare con la lunga è abbastanza  semplice. Occorre solo avere pazienza le prime volte. Il cane dotato di  una sufficiente intelligenza impara velocemente ed in modo quasi del tutto autonomo. Lo si può comunque aiutare operando azioni di comando sulla fettuccia; questa non dovrà superare i nove metri di lunghezza.

Tendere, allentare, oltre ai comandi verbali e gestuali,  saranno gli input che il cane imparerà ben  presto a riconoscere e che lo porteranno a capire meglio come deve muoversi. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cane apprende velocemente a lavorare con la lunga. Più complesso è insegnargli, invece, a lavorare con la “lunga virtuale”: quel vincolo immaginario che gli fa mantenere costante la distanza dal suo conduttore durante l’azione di reperimento e durante  la tracciatura.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO