Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Sicurezza e pronto soccorso

 

 

Ho sempre ricercato il confronto diretto con il cinghiale, quasi nel corpo a corpo. Io con il fucile, lui con la sua forza,  la sua velocità ed i suoi pugnali affilati come rasoi, pronti ad uccidere così come la mia arma.

Perché il cinghiale uccide, e lo sa bene chi sta dietro ai cani. Uccide i cani, ma può uccidere anche l’uomo.

Tante, troppe  volte, mi è capitato di lasciarmi sopraffare, da giovane incosciente, dalle scariche di adrenalina, entrando carponi in una lestra, cercando di intravvedere in un spiraglio quel bagliore color ambra degli  occhi.

Oggi, dopo tanti anni e dopo tante storie da poter raccontare, dico che non ne vale la pena. Il cinghiale va cacciato con la testa sulle spalle, senza strafare. Mettere a repentaglio la propria vita, così come quella dei propri ausiliari, è da sciocchi e da irriconoscenti per la preziosa dedizione dei nostri compagni di caccia a quattro zampe. “

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO