Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Cosa dice il veterinario

PERFORAZIONE DEL GLOBO OCULARE

Determinata da uno spino di acacia o di prugnolo che è penetrato nell'occhio.

L'esame oggettivo non ha riscontrato la presenza di un corpo estrano all'interno dell'occhio. Lo spino, penetrando per circa 8 millimetri, è poi uscito spontaneamente, determinando, oltre alla lesione interna, una piccola sacca delle dimensioni di un chicco di riso (visibile nella foto), che ha fatto da tappo al foro, evitando lo svuotamento del globo. Con il trescorrere delle ore, all'interno dell'occhio si è formato un vistoso addensamento bianco che ha impegnato tutto il campo visivo.

Il cane oltre che dal vetrinario è stato visitato più volte da un bravissimo oculista - chirurgo per esseri umani.

 

Trattamento prescritto del veterinario:

1) VOLTAREN OFTA COLLIRIO - 2 gocce, 3 volte al giorno.

2) TOBRAL pomata oftalmica - 4/5 volte al giorno.

3) VISIUMIDIATRIC 1% collirio - 2 gocce, 1 volta al giorno.

4) AMOXICILLINA e ACIDO CLAVULANICO da 1 gr - 1/4 di compressa mattina e sera  

    per 7 giorni.

 

 Trattamento prescritto dal chirurgo:

1) XANTERNET gel oftamico - 4 volte al giorno

2) EXOCIN 3 volte al giorno per 3/4 giorni, poi una solo volta, la sera.

 

N.B. Ambedue i professionisti hanno detto che non vanno assolutamente usate pomate cortisoniche.

 

Dopo un giorno si è riassorbita la piccola sacca fuoriuscita. Dopo 4 giorni è stato evidente un netto miglioramento: l'opacizzazione regrediva. Ad oggi, dopo 9 giorni, l'opacizzazione è quasi del tutto scomparsa e l'occhio sembra tornato quasi normale.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO