Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Il recupero dei capi feriti

In girata, accertato il ferimento, il recupero  dovrebbe avere sempre la priorità su ogni altra azione.

Tracciare gli animali feriti è compito del conduttore, se viene eseguito utilizzando lo stesso ausiliare usato per le altre fasi.

Un buon cane da girata andrebbe caratterizzato anche per questo tipo di lavoro; ci sono soggetti, soprattutto appartenenti ad alcune specifiche razze, che durante l’azione si concentrano automaticamente sull’animale ferito  nel gruppo di quelli illesi. Ma se il cane non ha la capacità di svolgere anche questa funzione, è importante chiamare uno specialista ed il recupero andrà fatto, con calma, alla fine.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO