Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

La traccia del branco infastidito dai verreggi

Capita spessissimo di incrociare branchi che lasciano tracce interminabili. Nel seguire il loro filo sembra che non si arrivi mai a conclusione. 

Questo è il caso del branco infastidito dai verreggi. Guardando con attenzione tra le impronte, si noteranno le tipiche orme a punta in giù lasciate dal verro nel sollevarsi sulle zampe posteriori nell’atto di coprire le femmine.

A volte il branco infastidito viene trovato dai cani ancora in piedi e nervoso. Anche il verro, ritardatario, sarà costretto a rimettersi dopo il levar del sole.

 

Non è raro che due o più verri possano intercettare la traccia di uno stesso branco, seguendolo separati. In questo caso, se le scrofe sono in estro, ci sarà uno scontro cruento ed il più forte scaccerà l’altro, rimettendosi poi con le scrofe in un’unica lestra, mentre lo sconfitto potrebbe essersi fermato ai margini, a distanza di sicurezza,  in paziente attesa e cieco di libidine. Bisogna fare molta attenzione al cane; molto probabilmente sarà lui a pagare il conto  di tanto inappagato furore. Nello schema, la lettera (A) indica il punto di scontro tra i due “titani”.

Ingresso di verro (tratteggio rosso) nel branco, con tentativo di verreggio nel punto A.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO