Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Il paratore

Un tempo i battitori ed i paratori erano perlopiù povera gente che,  non potendosi permettere di sfamare una muta di cani, cercava almeno di sfamare la propria prole collaborando per pochi danari o per un pezzo di ciccia ai grandi raduni di caccia.

Oggi ovviamente non è più così. Sono gli stessi canai ad assumere anche il ruolo di battitori, urlando, smoccolando e sparando in aria cartuccine.

I paratori, invece vengono scelti a turno,  tra i postaioli più fortunati: quelli che nella battuta precedente hanno avuto occasione di sparare.


" Chi ha tirato la volta scorsa stamane va a parare!"


Quella del paratore è un ruolo molto importante. Se il vento non è propizio alla linea dei fucili, è fondamentale evitare che i cinghiali sforino da qualche altra parte non armata.  Ecco allora che al primo sentore di levata i paratori entrano in azione, per contenere i cinghiali in fuga spingendoli nella direzione giusta.

I battitori ed i paratori hanno il compito di impedire che il cinghiale sfori nelle retrovie o scelga direzioni che non conducono verso lo schieramento dei fucili. Tutto va bene per far rumore: dalle urla alle cartuccine sparate in aria…. ma attenzione ai petardi, possono essere causa di incendio!

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO