Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

La muta

Una volta che il canettiere ha scelto quale razza  utilizzare, scelta che  dipende da diversi fattori, alcuni dei quali squisitamente soggettivi,  deve dedicarsi alla caratterizzazione dei singoli elementi, oltre che  al  bilanciamento  ed alla stabilizzazione  delle dinamiche relazionali dell’intero equipaggio.

 

Prendendo in considerazione l’insieme delle peculiarità individuali, impresse in un soggetto sia dal bagaglio genetico sia dall’addestramento, per “caratterizzazione” si intende l’entità dei picchi di performance inerenti una e talvolta  più funzioni rispetto alle quali un determinato soggetto eccelle.


Per essere completa e ben caratterizzata, una muta deve avere in organico soggetti caratterizzati a ricoprire i seguenti ruoli:

  • Il reperitore.
  • Il tracciatore
  • L’abbaiatore a fermo o cane di contatto
  • L’ inseguitore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La splendida e brava muta di petit bleu de gascogne del sig. Roberto Pigliacelli di Montorio al Vomano (TE)

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO