Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Il prelievo dei campioni per gli esami sanitari

L’esame sanitario dello stato di salute del capo abbattuto è importantissimo.  Le carni malate possono costituire un vero problema e se le cediamo  a terzi senza le opportune verifiche sanitarie ci assumiamo ogni responsabilità legale e morale.

Per star tranquilli da ogni punto di vista, è bene procedere sempre al prelievo dei campioni da sottoporre  al più presto al controllo microscopico.

Ogni serie di campioni deve essere conservata con cura in un proprio contenitore numerato, per essere certi che appartenga ad un determinato animale. Per evitare ogni possibilità di confusione, si riporta sul contenitore, con un pennarello, il numero della fascetta di identificazione del capo abbattuto.

 

I campioni, nel cinghiale, vanno prelevati sulle seguenti parti:

  • masseteri  (muscoli delle mascelle). Si prelevano dall’esterno facendo una profonda incisione sulle guance;
  • lingua;
  • diaframma;
  • milza;
  • fegato;

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO