Videoenciclopedia della caccia al cinghiale
Videoenciclopedia della caccia al cinghiale

Il canettiere

Ha funzioni ben più complesse ed articolate rispetto a quelle assunte dal canaio nella battuta e nella cacciarella.

Il canettiere guida (nel vero senso del termine) i  propri cani in ciascuna fase: dal reperimento della traccia notturna  al loro recupero dopo la  seguita.   

In genere una buona squadra non dovrebbe mai avere più di due canettieri nel proprio organico, ciascuno con un proprio  aiutante che lo coadiuvi nella gestione dell’equipaggio sul terreno di caccia.  Ogni canettiere,  dovrebbe avvalersi a    sua volta solo di due equipaggi (coppie o mute) da utilizzare non contemporaneamente, uno dei quali di riserva.

E’ importante ai fini dello stile che il caposquadra utilizzi un solo canettiere alla volta, stabilendo   le modalità ed i ritmi di turnazione dei due.  Non è raro incontrare squadre non ben strutturate che contravvengono a questa semplice ma fondamentale regola. Il risultato che ne consegue è sovente un’azione frammentata e confusa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il canettiere capisce i suoi cani, li interpreta, li aiuta quando cadono in fallo, li soccorre quando finiscono nelle grane. L’arte della cinegetica si apprende solo dai grandi maestri.

Autori:

  • Franco Serpentini
  • Stefano Quercetani
  • Aurelio Pase

Collaborano:

  • Carlos Antuñano Diez
  • Mihajlo Hadži-Pavlović
  • Fausto Pezzedaz Trentini
  • Gianluca Petrucci
Ghermire una vita, a qualsiasi specie animale appartenga, è sempre un atto di responsabilità estrema e, o lo si compie con bestiale inconsapevolezza, cosa che non ci rende uomini, o ci si interroga ed allora bisogna darsi risposte profonde.
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Franco Serpentini Via Ponte San Giovanni 36 64100 TERAMO